Voglio Andare Lontano

Alessandro Bruno

09 Novembre 2018

Nessun commento

Pagina iniziale News

VOGLIO ANDARE LONTANO – Ragazzi autistici ai fornelli

VOGLIO ANDARE LONTANO – Ragazzi autistici ai fornelli

 

 

Si è tenuto il 2 agosto l’evento finale del progetto “Voglio Andare Lontano”, un’iniziativa che ha riguardato la formazione di 14 ragazzi autistici nelle aree di cucina e miscelazione.

 

Il Progetto – Voglio Andare Lontano

Tutti tra i 16 e i 30 anni, i ragazzi parte del progetto hanno completato un percorso di formazione di 21 ore che li ha portati a preparare una drinklist e un buffet per l’evento finale.

Miccia principale del progetto è stata la domanda: “Cosa faranno i ragazzi una volta terminata la scuola? Tutti i giorni ci troviamo ad affrontare questa realtà e a cercare di costruire qualcosa che possa permettere loro di integrarsi nella società in maniera funzionale e utile, attraverso percorsi lavorativi. ” “Siamo così partiti dai loro interessi per constatare che a molti di loro piace cucinare”. Queste le parole di Paola Fiorilli, presidente dell’associazione Dalla Luna.

 

 

Chi ha finanziato l’iniziativa?

Per le famiglie dei ragazzi l’iniziativa è stata completamente gratuita: tutto grazie alla collaborazione volontaria di Ad Horeca, azienda specializzata nella formazione di operatori Food & Beverage e della Cippone & di Bitetto, che hanno messo a disposizione struttura, trainer e materie prime per affiancare i formatori specializzati Dalla Luna nella formazione dei ragazzi.

 

A sostegno di un progetto importante sia dal punto di vista scientifico, sia da quello economico, vi è stato l’intervento della ConfCommercio Bari/Bat e di aziende di settore che con contributi e attrezzatura hanno permesso lo svolgimento dell’attività così lungimirante: dalle divise e l’attrezzatura Electrolux e Bonaventura Maschio, i succhi di frutta Conserve Italia, il materiale per la miscelazione Mixer, la birra Paulaner, l’acqua Lauretana, il supporto di Martini e Demetra; tutte aziende che hanno creduto nella forte potenzialità del progetto per dare un futuro autonomo ai ragazzi autistici.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica è stata inoltre completata con successo una campagna di crowdfunding conclusasi con il raggiungimento del traguardo di € 3000,00 che ha permesso di attutire l’impatto dei costi.

 

 

I Feedback

 

“È stato fatto un primo passo per sensibilizzare aziende e operatori del settore” le parole di Michele Scutari, Amministratore delegato Ad Horeca, “e da parte nostra abbiamo appena iniziato a lavorare per far emergere sempre più collegamenti che possano sostenere la ricerca e agevolare la possibile integrazione sociale di questi ragazzi nel mondo del lavoro”

Paola Fiorilli, presidente dell’associazione Dalla Luna ha quindi rafforzato il messaggio: “Siamo riusciti con le forze dei privati in una piccola grande iniziativa, ma c’è ancora molta strada da fare per poter sostenere la ricerca per poter definire il potenziale lavorativo di questi ragazzi. Adesso abbiamo dimostrato che si può fare, e le istituzioni ci dovranno stare accanto.”

Filtra per:

Facebook feed